Nervi: se l’asta sará deserta la Marinella puó diventare un centro di accoglienza

Nervi: se l’asta sará deserta la Marinella puó diventare un centro di accoglienza

Sembra giungere al termine la telenovela legata alla futura sorte dell’albergo-ristorante Marinella, ex fiore all’occhiello della passeggiata di Nervi. Dal Comune fanno sapere che “é tempo di risolvere la questione, la Marinella non puó essere abbandonata in uno dei punti piú belli della cittá”. Dopo che la prima asta é stata annullata per la mancata presenza di interessati, dovuti soprattutto al prezzo eccessivo che il Demanio pretende non valutando le ingenti spese di manutenzione e ristrutturazione solo per mettere in sicurezza l’intero stabile, é stato dimezzato il costo di gestione da versare.

A questo punto la decisione che verrá valutata durante il consiglio comunale di metá gennaio subito dopo la seconda e ultima asta é quella di trasformare l’intero stabile in un centro di accoglienza per i numerosi profughi che continuano a popolare la nostra nazione per cause belliche.

“Il posto é l’ideale soprattutto davanti al mare, le camere possono essere trasformate da singole a quadruple e il ristorante puó diventare anche una mensa giornaliera non solo per i profughi stranieri ma anche per quelli italiani che ultimamente sono in forte aumento”. Il problema rimane la sostenibilitá delle spese di prima ristrutturazione: “Ma stiamo valutando alcune soluzioni compatibili” ci spiega l’assessore ai lavori pubblici “chiederemo al governo una quota che si aggira intorno al 4% da aggiungere sul prezzo dei carburanti solo per la zona di Genova Levante, quindi dalla Foce a Recco per intenderci, nel caso di slittamento del provvedimento governativo inseriremo noi come Comune di Genova una aliquota sulla prossima IMU calcolata non oltre il 3% sulla quota totale”.

Qualcuno peró storce il naso: “Alla fine a pagare siamo sempre noi, e per una cosa che neanche useremo” dicono “allora non sarebbe piú giusto pagare qualcosa meno ma tutta la provincia?”. In Comune bocche cucite “anche perché al momento sono solo proposte, vediamo intanto come finisce l’asta, poi vedremo”.

Leave a Comment