Il Comune alza il tiro sull’area Champagnat: “Tutela dei 21 dipendenti e moschea”

champagnat-334857_660x368

Per placare le polemiche arrivate da più voci il Comune di Genova svela finalmente gli esiti della trattativa con la cordata Virgin-Conad per il futuro dell’area del Centro Sportivo Champagnat.

“Per accogliere il supermercato occorre potenziare l’offerta di servizi qualificati della zona” ha affermato Stefano Bernini, rilevando quindi che l’area sarebbe idonea per la localizzazione di un centro accoglienza per immigrati con annessa moschea. “Non sarebbe neppure necessario il cambio di destinazione d’uso” afferma ancora Bernini precisando che “il complesso immobiliare ospita già un convitto e un complesso religioso”.

E i 21 ex dipendenti? “Niente paura – rassicura il Vicesindaco – sarà loro assicurato il medesimo trattamento previsto per gli ospiti del centro immigrati: utilizzo del servizio mensa, alloggio in camerata da 4/6 persone, cellulare con servizio WiFi, ed assegno sociale INPS”.